Home Economia Personale Specchio Antico o Antichizzato, cosa valutare per riconoscere gli originali

Specchio Antico o Antichizzato, cosa valutare per riconoscere gli originali

Specchio Antico. Come Riconoscerlo, I Segni Distintivi e qualche Trucco per chi Ama l'Antiquariato

Non è di certo facile capire e comprendere, riconoscere un pezzo d’antiquariato e spesso si possono prendere dei veri e propri abbagli nonostante la volontà e la passione che abbiamo nell’arredare la nostra casa con un tocco che viene direttamente dal passato, dalla qualità degli arredamenti e dallo stile tipico di quegli anni.

Sia che si tratti di una credenza, di un armadio, di una vecchia madia, ma anche di qualche complemento, occorre attenzione perché i vecchi mobili hanno un valore molto alto e ci sono persone che copiano letteralmente i pezzi d’arredamento del passato e ne contraddistinguono anche l’usura, tentando di ingannare persino l’occhio più attento ed allenato.

Per riconoscere un vero e proprio pezzo antico, occorre, dunque, esperienza, conoscenza sullo stile utilizzato, sui materiali adoperati e sulle tecniche di lavorazione che all’epoca gli artigiani solevano esercitare con maestria.

Tra gli oggetti antichi più in voga, dal fascino millenario legato anche a leggende e favole, c’è senz’altro lo specchio antico ed occorre particolare attenzione per riconoscerne uno originale. Possiamo comunque aiutarci ricercando alcuni particolari difficili da riprodurre da parte di chi cerca di copiare le opere antiche.

 

Cosa Valutare

Dismettiamo i nostri panni e tramutiamoci in un attento osservatore ed indagatore in cerca di indizi. I primi segni che dobbiamo assolutamente osservare per verificare l’originalità di uno specchio antico o meno, sono:

  • Imperfezioni. L’industrializzazione ha portato a creare oggetti geometricamente perfetti e tutti uguali, clonati dalle macchine. All’epoca i complementi d’arredi avevano molte difformità ed imperfezioni legate alla stessa arte ed alle mani sapienti che li intagliavano e li creavano.
  • La patina. Se lo specchio ha una patina, questa velatura superficiale può davvero rappresentare un chiaro indizio della sua originalità e definirlo un pezzo d’antiquariato.
  • Superficie riflettente. Analizziamo attentamente lo specchio ed il riflesso che genera dell’immagine. Spesso, in epoche diverse, la lavorazione dei materiali ha subito diverse tecniche e prodotto differenti risultati. Se abbiamo un minimo di infarinatura al riguardo, possiamo tranquillamente comprendere se ci troviamo di fronte ad uno specchio antico originale ed arrivarne perfino a definirne un’epoca di realizzazione.
  • Macchie nere. Uno specchio antico difficilmente risulta liscio e uniforme al tatto ed alla vista può presentare le cosiddette “macchie nere” formatesi a causa del noto fenomeno denominato “ossidazione”, il quale è connesso ai valori di umidità ed al tempo stesso che scorre e deteriora lo specchio. Gli specchi antichi, infatti, erano un tempo fabbricati utilizzando stagno e mercurio ed in seguito con il metodo dell’argentatura: entrambe le metodologie, in ogni caso, caratterizzano quest’effetto derivante dal tempo che scorre.
  • Osserviamo le chiazze ed i graffi. Se, analizzando le chiazze ed i graffi, queste appaiono molto omogenee, chiaramente si tratta di un artifizio creato ad hoc per ingannare l’occhio e non siamo in presenza di un pezzo d’antiquariato originale.
  • Aspetto. Se lo specchio risulta scintillante e cristallino, allora occorre particolare attenzione perché con lo scorrere del tempo questi specchi antichi tendono ad opacizzarsi.
  • La cornice. Particolare attenzione va riservata alla cornice, vero e proprio elemento distintivo di uno specchio antico o meno, In particolare, se siamo fortunati e bravi nel cercare, riusciremo ad identificare il marchio di fabbrica, ovvero il nome dell’artigiano che lo ha creato nella sua bottega: da questi dati, potremo, dopo un’opportuna ricerca storica, ricavare data e creazione dello specchio, verificandone l’autenticità. Oltre a questo, analizziamo la superificie anche della cornice: solitamente nel passato si usava intagliarla con raffinatezza ed eleganza, ma lo scorrere del tempo può aver segnato anche questo pezzo dello specchio. Nel caso di un oggetto antico, infatti, dovremo trovare scheggiature e parti scolorite, evidenti segni dell’usura.
  • Attaccatura tra la cornice e lo specchio. Dulcis in fundo, prestiamo particolare attenzione a come sia attaccata la cornice allo specchio perché anche da questo punto di vista, possiamo ritrovare metodologie e tecniche diverse utilizzate in momenti storici e luoghi differenti. Come fa uno storico, dunque, dobbiamo informarci e prepararci sui periodi storici, chiedendo anche la provenienza dello specchio antico, la data attribuita e se abbia o meno subito restauri o modifiche, ad esempio riparazioni.

 

Stili d’Arredamento ed Abitudini Moderne

Se un tempo lo specchio era un complemento d’arredo di lusso, appannaggio solamente di pochi eletti, oggigiorno in ogni casa ci sono molti specchi e sceglierne uno antico originale può donare un tocco di eleganza e di fascino, oltre che di mistero, alla dimora che vogliamo arredare.

Molto spesso vediamo ambienti arredati con carattere moderne ed in contrasto ritroviamo pezzi d’antiquariato come appunto gli specchi antichi, ma altre volte può essere utilizzato benissimo in un salotto nel quale trovano posto divani vintage degli anni ’70 in modo che si esalti tra questi pezzi.

La cornice stessa, molto particolare ed elaborata, dona lucentezza e crea un’atmosfera raffinata a tutto l’ambiente nel quale decideremo di collocare uno specchio antico originale.

Questo, infatti, oltre ad avere una naturale connotazione decorativa, riflettente e lucente, amplia anche gli spazi stessi donando una certa profondità illusoria. L’utilizzo degli specchi, in qualsiasi stile, genera creatività nell’architettura percettiva di ambienti statici e dona una certa dinamicità interna, oltre a divenire vere e proprie finestre esterne quando riflettono un’immagine che proviene da fuori su una parete fisicamente buia.

In conclusione, se ricerchiamo uno specchio antico originale, potremmo davvero far fatica, servirà esperienza, studio, molta attenzione ed un pizzico di fortuna, ma alla fine ne varrà senz’altro al pena. Seguendo i nostri consigli e adoperandosi per dissipare gli ultimi dubbi sulla reale autenticità di un pezzo pregiato d’antiquariato, riusciremo a scegliere uno specchio antico di sicuro effetto estetico.