Home Economia Personale Spesa e Risparmio: Fino a 1.200€. La Ricerca di Altroconsumo sulle diverse...

Spesa e Risparmio: Fino a 1.200€. La Ricerca di Altroconsumo sulle diverse Insegne e Format.

Spesa e Risparmio Fino a 1.200€. La Ricerca di Altroconsumo sulle diverse Insegne e Format.

 

Altroconsumo, da sempre dalla parte dei più deboli e dei consumatori (ne abbiamo parlato anche per quanto concerne i seggiolini e i dispositivi anti abbandono), ha di recente stilato un’indagine e fatto una ricerca sulle diverse insegne e sui format presenti sul territorio italiano. Questo per cercare il punto vendita migliore per fare la spesa, o meglio, quello risultato migliore secondo i loro dati elaborati, per risparmiare nel caso di acquisti di prima necessità e del cibo per alimentarsi.

Secondo i dati elaborati dall’Istat, inoltre, la spesa media degli italiani negli ultimi dieci anni sui beni quali cibo e prima necessità, è pari a 500€. Un valore rimasto stabile nel corso degli anni, a prescindere dal calo delle quantità e dei numeri di prodotti acquistati.

In solido, gli italiani spendono più o meno la stessa cifra, ovvero hanno lo stesso budget, ma riescono a comprare meno cose, indice di un potere d’acquisto che cala non seguito di pari passo da un aumento dei salari: la qual cosa genera negatività e opportunità legate alla ricerca stessa degli sconti, siano essi coupon ovvero concorsi (di recente abbiamo parlato della donna, intervistata dal Corriere della Sera, che ha lasciato il lavoro perché “guadagnava” di più con concorsi e ricerca di sconti e coupon).

 

La Ricerca

Altroconsumo, come fa di frequente dunque, ha certo di capire cosa stia accadendo nell’economia reale, quella vera, quella con cui le persone devono ogni secondo fare i conti e non quella legata a parametri e indici che spesso non capiscono, né si riflettono direttamente sulla vita quotidiana di ognuno di noi.

Per far ciò, ha avviato un’indagine conoscitiva analizzando più di 1.000 punti vendita di insegne e format diversi, all’interno dei quali ha cercato i prodotti di largo consumo basilari per la vita delle famiglie, reportando più di 1 milione e 300 mila prezzi diversi.

Alla fine della ricerca, Altroconsumo ha stilato una classifica dei supermercati, ovvero punti vendita nei quali si risparmia di più, fino addirittura 1.200€ al mese.

 

Tipo di Spesa

Non esiste un primato definito chiaramente, ma gli esperti della nota associazione si sono basati su diversi tipi di spesa, differenziando le classifica dei più economici punti vendita sulla base di queste:

  • Spesa di prodotti marchio commerciale.
  • Spesa di prodotti di marca.
  • Spesa di prodotti misti (sia marchio commerciale, sia prodotti brandizzati).
  • Spesa di prodotti discount, quelli a prezzi più bassi.

Per comprendere quali possano essere le insegne più economiche dove fare la nostra spesa, occorre, secondo l’indagine di Altroconsumo, definire il tipo di prodotti che vogliamo acquistare: se di marca, a marchio commerciale (generalmente più economici dei primi), ovvero misti e infine quelli discount.

Per ogni tipo di spesa, gli esperti di Altroconsumo hanno stilato una classifica indicando la top ten delle insegne classificate dalla più economica a quella un po’ meno economica (non diciamo più cara perché sarebbe un errore sia metodico, sia strumentale).

A prescindere dal tipo di spesa che vogliamo e dobbiamo fare, dunque, Altroconsumo ci indica quali sono i supermercati nazionali, ovvero catene più convenienti: dove andare se vogliamo risparmiare sulla spesa da sostenere per la famiglia o per noi stessi.

All’insegna più conveniente di ogni classifica l’Associazione assegna il punteggio pari a 100, mentre maggiori sono i punti di distanza da questo valore (in termini superiori, quindi 101, 102, 103 et.), minore è la convenienza per quel dato paniere di beni perché i prezzi medi si alzano in punti percentuali. 101, infatti, corrisponde a circa 1% in più sui prezzi medi dei beni e prodotti presi a riferimento, 102 a +2% e così via. A parita di percentuale di numero intero (105 e 105 esempio) conta anche la parte decimale che decide la graduatoria seppur non indicata.

Vediamo le classifiche in base al tipo di Spesa.

 

Migliori Supermercati per Spesa Mista

Questa categoria è quella più ricercata dagli italiani che quando vanno a fare la spesa, acquistano sia prodotti di marca, sia quella a marchio commerciale, soprattutto se ci sono opportunità e promozioni per quanto riguarda i primi.

Ecco la classifica stilata da Altroconsumo che si è basato sui dati naturalmente del 2019:

  1. Famila Superstore. Questo format particolare della nota insegna Famila vince su tutti e si presenta come il più economico in base alla spesa mista. Punteggio 100.
  2. Auchan. Punteggio 102. Nonostante difficoltà e la transizione in atto da parte di questa nota insegna transalpina (con Conad che sta acquistando vari punti vendita e salvando posti di lavoro altrimenti a rischio), questo distributore si dimostra molto economico per questo tipo di spesa, anche se distanzia di 2 punti il primo.
  3. Ipercoop. Punteggio 105. L’azienda Coop è da sempre leader di mercato in Italia, nonostante l’assalto di Conad, sempre più vicino. Sempre dalla parte dei cosi, determinanti nell’assetto societario, il formato iper si rivela molto economico, al terzo posto.
  4. Conad Ipermercato. Punteggio 105.
  5. Iper. Punteggio 105.
  6. Bennet. Punteggio 105.
  7. Famila. Punteggio 107.
  8. Esselunga. Punteggio 107.
  9. Esselunga Superstore. Punteggio 108.
  10. Panorama. Punteggio 109.

Dopo la top ten, con prezzi medi indicativamente pià cari del 10% (punteggio quindi di 110), abbiamo:

  • Carrefour.
  • Supercoop.
  • Interspar.
  • Conad Superstore.
  • Auchan Supermercato.
  • Conad.
  • Pam.
  • Eurospar.
  • Carrefour Market.

 

Migliori Supermercati per Prodotti di Marca

Se abbiamo bisogno di comprare o preferiamo avere nella nostra dispensa e nel nostro frigorifero/freezer solo prodotti di marca, che riteniamo più affidabili ovvero maggiormente preferiti per i nostri gusti, la classifica delle insegne e dei forma più convenienti cambia.

Vediamo dove conviene fare la spesa secondo Altroconsumo se nel nostro carrello trovano posto solo ed esclusivamente prodotti di marca:

  1. Esselunga. Punteggio 100.
  2. Famila Superstore. Punteggio 101.
  3. Esselunga Superstore. Punteggio 102.
  4. Iper. Punteggio 102.
  5. Auchan. Punteggio 102.
  6. Coda Ipermercato. Punteggio 103.
  7. Ipercoop. Punteggio 103.
  8. Interspar. Punteggio 103.
  9. Conad Superstore. Punteggio 103.
  10. Bennet e Famila. Punteggio ex aequo 103.

Come potete notare, in questo caso la forbice tra i diversi distributori non è poi così ampia, figlia di un potere d’acquisto superiore da parte delle industrie che riforniscono dei loro prodotti, di marca appunto.

Seguono in classifica, SuperCoop, Carrefour e Pam con 104 punti. Auchan Supermercato, Conad con 105 punti, Eurospar con 106 e Carrefour Market, format particolare e aperto spesso 24 ore su 24 (quindi un livello di servizio più alto e generalmente più caro), 109 punti.

 

Migliori Supermercati per Spesa Prodotti a Marchio Commerciale

Negli ultimi tempi, come ben sappiamo, i distributori hanno iniziato a praticare una politica che li identifica al pari dei produttori. Grazie ad accordi con imprese solitamente piccole e non conosciute, i protagonisti della Grande Distribuzione Organizzata (acronimo G.D.O.) hanno iniziato a vendere loro prodotti, come alimenti, cibo e bevande, con il proprio marchio, solitamente a un prezzo inferiore e con la possibilità di profittare di molte promozioni e offerte, legate anche alla fidelity.

Altroconsumo ha cercato di capire quale siano le insegne più convenienti se dobbiamo fare una spesa comprando e acquistando esclusivamente prodotti del marchio commerciale del distributore.

Ecco quali sono i più economici, dove risparmiare:

  • Conad Ipermercato. Punteggio 100.
  • Iper. Punteggio 101.
  • Conad Superstore. Punteggio 102.
  • Auchan. Punteggio 103.
  • Interspar. Punteggio 104.
  • Conad. Punteggio 105.
  • Ipercoop. Punteggio 106.
  • Super Coop. Punteggio 106.
  • Panorama. Punteggio 106.
  • Pam e Famila Superstore. Punteggio 107.
  • Carrefour. Punteggio 108.
  • Eurospar. Punteggio 109.
  • Auchan Supermercato. Punteggio 110.
  • Carrefour Market. Punteggio 112.
  • Bennet. Punteggio 114.
  • Esselunga Superstore. Punteggio 119.
  • Esselunga. Punteggio 120.

 

Migliori Supermercati per Spesa Prodotti a Prezzo più Basso

Dulcis in fundo, Altroconsumo ha cercato di capire quali siano i punti vendita dove si possono comprare i prodotti a prezzo più basso, prendendo in considerazione questa volta anche i discount (sia hard, sia soft), oltre alle catene.

Ecco la classifica delle insegne dove conviene fare la spesa se vogliamo acquistare cibi e bevande ai prezzi minori di tutto il mercato dei distributori italiani:

  • Aldi. Punteggio 100.
  • Eurospin. Punteggio 100. Di poco inferiore.
  • In’s. Punteggio 101.
  • Prix Quality. Punteggio 103.
  • Lidl. Punteggio 103.
  • MD. Punteggio 104.
  • Penny Market. Punteggio 107.
  • D Più. Punteggio 109.
  • Tuodì. Punteggio 110.
  • Auchan. Punteggio 111.
  • Iper e Ipercoop. Punteggio 118.
  • Esselunga. Punteggio 120.
  • Esselunga Superstore e Carrefour. Punteggio 122.
  • Bennet. Punteggio 124.
  • Interspar. Punteggio 126.
  • Conad. Punteggio 142.

 

Altroconsumo: Articolo e lo Strumento online per Risparmiare

L’associazione Altroconsumo, come detto, ha voluto fare questa ricerca e recepire questi dati proprio con il fine ultimo di aiutare il consumatore italiano. Se avete voglia di leggere l’intero articolo, consultare le tabelle stilate anche in base alle singole città (molto importante perché di certo non possiamo muoverci più di tanto per fare la spesa senza ulteriori spese gravanti), questo è il link dell’articolo (clicca qui).

Altroconsumo dà la possibilità a tutti gli utenti che si registreranno gratuitamente al sito, di leggere sia l’articolo, sia utilizzare lo strumento online (raggiungibile cliccando qui) grazie al quale risparmiare. Basta iscriversi, entrare nel sito con le credenziali ottenute e scegliere la propria città indicando il nucleo familiare e le abitudini d’acquisto. Dopo queste semplici informazioni, lo strumento di Altroconsumo indicherà il miglior punto vendita e l’insegna che fa assolutamente al caso nostro se vogliamo risparmiare comprando ciò che ci serve.