Spiare Telefono Android: App. Come si Usa Questa Applicazione e Cosa può Fare

Tutti noi siamo spinti dalla curiosità e spesso eccediamo in questa pratica cercando di carpire quei segreti che le persone tendono a nascondere per i motivi più disparati. Seppur sia sempre meglio parlarsi chiaro e tondo (il chiarimento alla fine è sempre il claim finale e poco importa si abbiano o meno prove di quanto asserito se, di fondo c’è un problema), adesso esiste un App che permette di spiare il telefonino degli altri. O meglio, lo geolocalizza dandoci tutte le informazioni riguardo la posizione e il tempo di permanenza di chi vogliamo spiare oltre la possibilità di vedere messaggi e chiamate.

L’Applicazione

Disponibile solo per Android, l’App di cui stiamo parlando si chiama Cerberus, come il cane infernale con più teste posto a guarda dell’inferno Dantesco. Sia che volessimo scoprire un tradimento, ovvero altri segreti inerenti il mondo del lavoro, grazie a Cerberus sarà possibile spiare e localizzare lo smartphone di un’altra persona senza che questi ne sia consapevole.

Attenzione, però. La possibilità è ambivalente. Se per voi c’è quest’opportunità, anche il vostro telefono potrebbe essere oggetto di spionaggio. Come si suol dire: “non fare agli altri quel che non vorresti sia fatto a te stesso“.

La storia di questa applicazione, come si potrebbe erroneamente pensare, nasce con un intento ben più ammirevole: un semplice antifurto per questi dispositivi elettronici dai quali oramai non ci separiamo mai e ci sentiamo persi senza (esiste anche una patologia conclamata di cui abbiamo parlato che colpisce i giovani e i bambini).

Nata con un intento positivo, nel giro di poco le persone l’hanno iniziata a utilizzare per altro, ovvero per spiare chiunque a qualsiasi distanza. Si contano più di 5 milioni di download di questa App che ha fatto il successo di chi l’ha creata e progettata, divenendo uno dei servizi più utilizzati tra quelli disponibili nello Store fino al giorno d’oggi.

Cerberus si cela all’interno dello smartphone e agisce in modo silente, in background, senza palesare la propria presenza allo sfortunato spiato.

Come si Usa

Cerberus è un App collegata a un servizio cloud che permette, attraverso una registrazione, di controllare gli spostamenti e alcune altre informazioni derivanti da uno smartphone ovvero altro device mobile sul quale è installata.

Per utilizzare Cerberus in modo da “spiare” uno smartphone, occorre scaricarla esclusivamente dal sito web dello sviluppatore all’indirizzo www.cerberusapp.com/downloads, dopo aver trovato la versione che ci interessa. L’applicazione è stata estromessa nel 2018 dal Google Play Store a seguito di alcune dinamiche che ne caratterizzavano l’utilizzo proprio in termini di violazione della privacy: per dovere di cronaca, dunque, sappiate che lo Store di Big G non rende più disponibile sul suo spazio quest’applicazione, quindi valutate se volete utilizzarla o meno.

Una volta scaricata e installata sul telefono che vogliamo controllare, avviamo la App e cerchiamo l’opzione “Nascondi dalla lista applicazioni” in modo che non sia visibile all’interno della lista che di solito guardiamo per vedere quante App abbiamo installate sul nostro smartphone.

Installata l’App, potremo visionare questi elementi semplicemente collegandoci al sito web dello sviluppatore (previa registrazione e/o inserimento delle credenziali per il log-in) e poi usare i comandi idonei:

  • Posizione GPS.
  • Chiamate.
  • Messaggi.

Fermo restando il fatto che l’utilizzo di questa App per fini non proprio morali sia ampiamente sconsigliato. Il concetto di chiarimento e di fiducia sono capisaldi di qualsiasi rapporto.

Cerberus: Molto Altro

Nato come antifurto vero e proprio, App dedicata a contrastare questo fenomeno riprovevole, Cerberus rilascia tre livelli di sicurezza massimi per i device sui quali è installato:

  • Possibilità di controllare da remoto e da internet lo smartphone.
  • Possibilità di controllare lo smartphone tramite SMS.
  • Possibilità di programmare gli avvisi automatici e l’autotask

L’indicazione di queste potenzialità determina una serie di possibili azioni da parte di chi ha la capacità di agire sull’App stessa che controlla molte funzioni del dispositivo sul quale è installata (fermo restando il fatto di avergli dato tutte le autorizzazioni necessarie in fase di installazione):

Oltre alle funzionalità tipiche anti-theft, Cerberus ha tantissime altre funzioni dedicate sia al mondo degli adulti e finanche a quello dei bambini o dei ragazzi, orientate alla loro sicurezza e alla supervisione genitoriale.

Per quanto riguarda un adulto, l’applicazione consente di:

  • Ricevere aiuto in situazioni pericolose utilizzando l’App.
  • Condivisione posizione in tempo reale con i nostri contatti.
  • Supporto ai principali social network e all’hardware come i wearables.

Se, invece, vogliamo aver cura di nostro figlio e proteggerlo a 360° (anche in modo piuttosto invasivo, la scelta è dura in questi casi), allora possiamo utilizzare l’App Cerberus per queste sue funzionalità installandola sullo smartphone del nostro ragazzo:

  • Monitoraggio statistiche sul tempo d’uso e sull’utilizzo delle App sul suo telefono.
  • Controllo e geolocalizzazione posizione.
  • Possibilità di disegnare sulla mappa delle aree sicure. Possiamo stabilire delle routine in modo che il sistema ci avvisi con una notifica o un allarme se il bambino o il ragazzo esce da quella zona.