Home Salute Tempo di Halloween, ecco la Zucca! Diverte e Nutre. Benefici e Proprietà...

Tempo di Halloween, ecco la Zucca! Diverte e Nutre. Benefici e Proprietà di questo Frutto

Zucca

Molto spesso i bambini fanno i capricci a tavola ed è difficile farli mangiare soprattutto quando si tratta di frutta e verdura, alimenti essenziali per la nostra salute e la salvaguardia degli apparati del nostro corpo. Ce ne è una, però, che risulta particolarmente simpatica e non solo: è anche molto nutriente ed ha tantissime proprietà! E’ di color arancione ed ha una forma molto particolare: la zucca!

Tra non molto si festeggia la festa di Halloween, l’americana ricorrenza nella quale i bambini si travestono da mostri e da tutti quegli esseri di cui normalmente avrebbero paura quasi ad esorcizzare le paure stesse e girano tra le case spaventando e chiedendo con aria sbarazzina:

Dolcetto o scherzetto?

Sarà meglio che vi procuriate molti dolciumi per il 31 ottobre, notte della ricorrenza, ma anche molte, tantissime zucche. Non solo da decorare con sembianze di un volto ed una luce interna accesa, ma anche da mangiare e assaporare nelle numerosissime ricette in cui questo frutto (eh si, la zucca si cuoce come un ortaggio, ma è un frutto) è presente, anzi, è parte essenziale, dai salati ai dolci.

La zucca, infatti, è un ingrediente molto duttile e utilizzabile in tantissime preparazioni che possono dare libero sfogo alla fantasia di chi ama sperimentare in cucina. Oltre a questo, mangiare zucca apporta tantissimi benefici al nostro organismo in modo eterogeneo e ricco.

La polpa ed i semi, all’interno della dura scorza che la ricopre di colore arancione intenso, nascondono tantissime proprietà nutritive ed hanno una forte incidenza nel prevenire diversi problemi cardiovascolari secondo l’American Heart Association (acronimo AHA).

La zucca è una fonte molto ricca di queste sostanze che ne denotano la stessa colorazione:

  • Alfa e beta-carotene.
  • Beta-criptoxantina.
  • Luteina/zeaxantina.

Oltre ad avere tantissime proprietà e benefici di cui parleremo nei prossimi capitoli, questo frutto si adatta a tantissime diete proprio per il basso apporto calorico intrinseco: mediamente 100 grammi di zucca apportano circa 26 calorie.

 

La Zucca: Scopriamo la Polpa, fonte Naturale di Omega-3

Ad Halloween le zucche vengono svuotate, come anticipato, per lasciare spazio al lumino, alla luce rappresentata solitamente da una candela di cera: questa parte interna della zucca, però, si chiama polpa ed è una delle principali fonti di vitamine del gruppo A, B e C tutte insieme.

Come abbiamo già detto, la colorazione arancione è indicativa di un’alta concentrazione di beta-carotene, sostanza che oltre ad essere fortemente consigliata ed utilizzata nel periodo estivo per donare un’abbronzatura efficace ed ottimale in modo da proteggere la pelle, il nostro organo più esteso, è anche un antiossidante che combatte i radicali liberi, una delle cause maggiori di invecchiamento precoce e varie patologie.

Se non dovesse bastarvi, la polpa della zucca è ricca di Omega-3, gli acidi grassi che tanto aiutano nell’abbassare l’ipercolesterolemia (colesterolo alto e soprattutto quello “cattivo”) e prevenire così diverse malattie cardiovascolari.

Le fibre contenute nella parte più dura aiutano e coadiuvano il corretto funzionamento del nostro intestino, fondamentale nel riuscire ad avere una vita sana e non incorrere in diverse problematiche che coinvolgono anche altri organi.

Nella stessa polpa è presente il triptofano, una sostanza che va direttamente a stimolare i centri del sistema nervoso centrale aumentando il livello di serotonina grazie al quale avremo diversi benefici, tra cui un buon’umore (di cui abbiamo parlato in un’altro articolo), facilità nel prendere sonno e una minore ansia dovuta all’effetto antistressante.

Dulcis in fundo, così come altri ortaggi, la zucca è composta principalmente da acqua, elemento basilare ed essenziale alla vita stessa, ma anche utilissimo per il nostro organismo. La presenza di H20 (la formula chimica dell’acqua) stimola la diuresi e consente così al nostro organismo l’eliminazione di molte tossine e di combattere la cosiddetta ritenzione idrica, dinamica che molto spesso sfocia nell’antiestetico fenomeno della cellulite.

 

La Zucca: Scopriamo i Semi.

Spesso scartati, i semi della zucca si trovano al suo interno, ma anche se dovessimo ritenerli inidonei al nostro consumo, difficilmente riusciremo a toglierli tutti a causa della loro conformazione e disposizione. Qualcosa di cui dobbiamo assolutamente esser grati perché i semi, apparentemente inutili, possiedono notevoli benefici se mangiati ed ingeriti.

Così come sottolineato dal professor Judith Wylie-Rosett, capo della divisione per la promozione della salute e la ricerca nutrizionale dell’Albert Einstein College di New York, se mangiamo i semi della zucca, assumiamo maggiori fibre e riduciamo i rischi connessi alle malattie cardiache come l’infarto ed all’obesità.

Una porzione di semi di zucca (venduti anche separatamente ed utilizzati come snack) possiede circa 5,2 grammi di fibre con il guscio e 1,8 senza. L’AHA in ogni caso sottolinea come i semi di zucca venduti nelle bustine siano salati per renderli più appetibili e per questo ne sconsiglia l’utilizzo.

Se, invece, li mangiamo direttamente dal frutto fresco, allora riceveremo meno sodio, ma molti più minerali, di cui sono ricchi. Una sola tazza di questi semi, possiede circa il 42% del fabbisogno quotidiano di magnesio per una persona adulta. Mangiando i semi freschi, aiuteremo il nostro sistema a mantenere in salute ossa e cuore nonché ridurre la pressione sanguigna proprio grazie al magnesio.

Oltre a questo minerale, nei semi è presente anche lo zinco in modo naturale. Lo zinco possiede proprietà antiossidanti ed antinfiammatorie.

Con tutte queste proprietà al loro interno, combinate tra loro, l’AHA conferma che mangiare i semi di zucca non solo fa bene in generale, ma aiuta a ridurre tre fattori di rischio molto importanti per la nostra salute:

  • Riducono il Colesterolo.
  • Riducono l’Ipertensione.
  • Riducono la Glicemia.

 

La Zucca: Proprietà Nutrizionali e Calorie

Come anticipato, questo frutto può essere utilizzato in numerose preparazioni e diete anche a causa dello scarso apporto calorico in ragione delle numerose altre proprietà che lo rendono non solo visivamente allettante, ma anche molto gustoso.

Ricapitolando, la zucca è una ricca fonte naturale di alza e beta-carotene, beta-criptoxantina e luteina/zeaxantina.

Mangiare 100 grammi di zucca gialla, la cosiddetta Cucurbita maxima (il nome latino che indica la famiglia del frutto specifico tra tutte le varie tipologie di zucche che troviamo coltivate) equivale ad assumere 18 calorie, tra cui il 71% carboidrati, il 24% proteine e solo il 5% di lipidi (i “grassi).

Come riportato dal sito dell’Humanitas Research Hospital, ecco tutte le proprietà nutrizionali, i minerali, le calorie e gli elementi posseduti da questo meraviglioso frutto. Per 100 grammi di zucca mangiati di una delle specie appartenenti al genere Cucurbita (quella descritta in precedenza è solo una delle tante tipologie di frutto), avremo questi valori medi:

  • Calorie: 26.
  • Acqua: 91,60 grammi.
  • Proteine: 1 grammo.
  • Zuccheri: 2,76 grammi.
  • Fibre: 0,5 grammi.
  • Vitamina A (il famoso Retinolo, iposolubile): 8,513 UI.
  • Vitamina C (Acido Ascorbico): 9 milligrammi.
  • Vitamina E (Tocoferolo): 1,06 milligrammi.
  • Niacina: 0,600 milligrammi.
  • Riboflavina: 0,110 milligrammi.
  • Vitamina B6 (Piridossina): 0,061 milligrammi.
  • Tiamina: 0,05 milligrammi.
  • Folati: 16 µg.
  • Vitamina K (Naftochinone): 1,1 µg.
  • Potassio: 340 milligrammi.
  • Fosforo: 44 milligrammi.
  • Calcio: 21 milligrammi.
  • Magnesio: 12 milligrammi.
  • Sodio: 1 milligrammo.
  • Ferro: 0,80 milligrammi.
  • Zinco: 0,32 milligrammi.
  • Manganese: 0,125 milligrammi.
  • Selenio: 0,3 µg.

Come potete ben vedere, l’elenco dei minerali e degli elementi contenuti nel frutto della zucca è assai lungo e completo.

Non abbiate paura per Halloween dunque! Quando svuotate la zucca, potete anche preparare un bel dolcetto a base proprio della polpa e dei semi o qualunque altra ricetta che preveda questo buon frutto. Oppure consumarlo al forno semplicemente: una squisitezza!