Home Salute Tofu. Cos’è, Principi Nutritivi, Vantaggi e Controindicazioni per questo Alimento Povero di...

Tofu. Cos’è, Principi Nutritivi, Vantaggi e Controindicazioni per questo Alimento Povero di Sodio

Tofu. Cos'è, Principi Nutritivi, Vantaggi e Controindicazioni per questo Alimento Povero di Sodio

Balzato agli onori della cronaca a seguito del successo di varie correnti alimentari salutistiche e rispettose per la vita degli animali, il Tofu è un alimento che è entrato sempre più a far parte anche del regime alimentare di molti italiani proprio a causa delle sue grandi proprietà nutritive e dei vantaggi per il benessere.

Cos’è

Il Tofu, alimento molto diffuso e proveniente dall’estremo oriente, è un formaggio vegetale derivante da uno dei legumi più utilizzati e famosi proprio in quelle zone: la soia.

Simile, come consistenza, al formaggio che spesso utilizziamo come pasto sulle nostre tavole, il Tofu non ha alcuna traccia di lattosio (ragion per cui è consumabile anche da chi è intollerante ovvero allergico) e presenta pochissimo sodio, quindi sale.

Dato che è un alimento vegetale, come anticipato, anche i vegani possono tranquillamente consumarlo ovvero utilizzarlo nelle proprie ricette proprio perché non c’è alcuna proteina animale.

Si tratta di un formaggio perché il procedimento per ottenerlo è simile a quello utilizzato nella preparazione dello stesso alimento mediante il latte degli animali. Nel caso del Tofu, invece, si utilizza la cagliatura del latte di soia ed è possibile realizzarlo anche a casa. Basta il latte di soia senza zuccheri aggiunti e occorre procurarsi il caglio nigari in modo da dare inizio al processo biochimico alla base.

Proprietà Nutritive

Il Tofu è un alimento molto salutare perché contiene pochi grassi, tra l’altro solo insaturi (quelli considerati “buoni”, anzi, coadiuvanti nel gestire anche i livelli di colesterolo, parliamo di Omega 3 e 6 in particolare), è privo di lattosio e di colesterolo.

Nel Tofu abbiamo molti sali minerali, tra cui:

  • Ferro.
  • Calcio.
  • Fosforo.
  • Potassio.
  • Vitamina C.
  • Vitamina K.

Oltre ad avere queste prerogative, presenta anche alti contenuti di fibre e isoflavoni, elementi che hanno grandi proprietà antiossidanti, quindi utili contro l’invecchiamento e in particolar modo di contrasto al fenomeno critico dell’osteoporosi, ovverosia anche con effetti positivi nel limitare le ripercussioni del climaterio tipici della menopausa.

Il Tofu, infatti, è anche ricco di fitoestrogeni, elementi che si riducono durante la menopausa e che, invece, svolgono normalmente un’azione protettiva per la salute della donna. Il focus, come dimostra lo studio Diana dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano è particolarmente importante perché dai dati ottenuti si registra una minore incidenza dei tumori alla mammella in caso di regime alimentare mediterraneo e un alto contenuto di fitoestrogeni.

Vantaggi

Mangiare il Tofu, quindi, comporta vantaggi assoluti per la salute della donna, ma non solo. Visto che è povero di sodio e non presenta lattosio, quest’alimento è molto digeribile ed adatto anche a persone che presentano leggere forme di idiosincrasia verso questo tipo di alimenti.

Si tratta di un alimento molto utile e utilizzato anche nelle diete dimagranti o in quelle dedicate al riequilibrio delle funzionalità intestinali normali: questo perché presenta un indice glicemico molto basso e ha anche tante fibre, le quali danno un effetto di sazietà e soddisfano l’appetito.

Dulcis in fundo, come detto, il Tofu è ricchissimo di sali minerali, importantissimi per la nostra salute e finanche di aminoacidi essenziali: tutte condizioni alimentari che ne determinano l’importanza e gli effetti positivi su tantissimi sistemi del nostro corpo.

Svantaggi e Controindicazioni

Essendo povero di sodio, il Tofu non è molto saporito. Possiamo cucinarlo alla griglia o mescolarlo alla salsa di pomodoro nella pasta, oppure utilizzarlo in una ricetta fredda. E’ possibile adoperarlo come surrogato dal formaggio di origine animale, in altre ricette tradizionali quali le melanzane alla parmigiana, la pasta al forno e si può finanche insaporire marinandolo nella salsa di soia. Dulcis in fundo, è anche adoperabile nella preparazione di molti dolci vegani che si rifanno alle tipiche ricette quali le cheesecake o di altro tipo.

Il Tofu è invece sconsigliato, se la persona presenta disfunzioni ormonali quali l’ipotiroidismo, ossia una ghiandola tiroidea che funziona in modo lento. In tal caso è possibile mangiare il tofu, ma dobbiamo farlo temporalmente lontano dall’assunzione di farmaci dedicati proprio a compensare tale disfunzione.

Il formaggio a base di soia, inoltre, contiene nichel ed è quindi vietato consumarlo se abbiamo allergie a questo tipo di metallo. Al pari degli altri legumi, infatti, anche la soia contiene nichel e potremmo incorrere in reazioni allergiche ed effetti riconducibili a varia sintomatologia, a partire da gonfiori.

Come sottolineano vari esperti, inoltre, scegliamo il formaggio Tofu che indica chiaramente una provenienza biologica e non da OGM (Organismi Geneticamente Modificati).