Home Economia Personale Trasporti Pubblici, possibile Bonus da 200€ da parte del Governo

Trasporti Pubblici, possibile Bonus da 200€ da parte del Governo

Trasporti Pubblici, possibile Bonus da 200€ da parte del Governo

Manca una settimana all’attuazione della tanto attesa fase 2 e, in questa emergenza sanitaria, si presume che i trasporti pubblici potrebbe rappresentare un fattore di rischio medio-alto, per questo motivo il Governo starebbe pensando di stanziare un Bonus di 200 Euro per incoraggiare l’utilizzo della cosiddetta mobilità alternativa.

 

Il Governo sta pensando di dare un incentivo per favorire la mobilità alternativa rispetto ai trasporti pubblici

Con la graduale riapertura prevista dal Governo, ovvero la Fase 2, è stato stimato che dei circa 3 milioni di persone che torneranno sul posto di lavoro almeno 700 mila lo faranno utilizzando i trasporti pubblici come:

  • Bus
  • Treni
  • Metro

Per questo motivo il Parlamento Italiano sta cercando di studiare un modo per riuscire a evitare gli assembramenti, ovvero ridurre il numero di cittadini che saliranno sui mezzi pubblici, al cui interno comunque sarà obbligatorio indossare la mascherina e tenere la distanza. Gli esperti hanno già fatto sapere che la capacità di trasporto sarà di circa il 25-30%, quindi come si può notare da questi numero si evince che la circolazione avrà una considerevole riduzione.

Partendo da questo presupposto al vaglio del Governo c’è l’intenzione di spingere i cittadini ad avvalersi di mezzi di trasporto alternativi, stanziando un Bonus di 200 Euro che possano servire ad incentivare sensibilmente la mobilità alternativa, ovvero per fare qualche esempio:

  • Servizi di bike-shiring (comprese tutte quelle forme di trasporto condivise dai privati cittadini)
  • L’acquisto di biciclette, anche elettriche
  • L’acquisto di monopattini elettronici
  • L’acquisto di Overboard

 

Come si ci muoverà su Bus, Treni e Metro

Nella fase 2 non verranno solo ridotte le corse di bus, treni e metro ma verrà anche attuata una nuova mobilità che ci consentirà di poter convivere con il Coronavirus, infatti lo stesso Ministro De Michelis ha fatto sapere che per i Trasporti Pubblici si sta pensando di:

  • Introdurre degli orari flessibili, in modo tale che i mezzi di trasporto pubblico possano essere coordinati rispettando le normative sulla sicurezza
  • Cercare assolutamente di evitare i picchi di accesso, riducendo in questo modo che più persone entrino in contatto e possano contagiarsi
  • Una periodica e obbligatoria sanificazione dei trasporti pubblici utilizzati.