Home Economia Personale Truffa Postepay Evolution, SMS e Email, ecco a cosa fare Attenzione

Truffa Postepay Evolution, SMS e Email, ecco a cosa fare Attenzione

Truffa Postepay Evolution

Le Poste Italiane sono un istituto finanziario che rivolge la propria offerta di prodotti finanziari ai cittadini italiani cercando di predisporre strumenti che siano facili, semplici da utilizzare, quindi per tutti, e pure sicuri. In tale prospettiva ha emesso oramai da tempo le famosissime carte di debito prepagate e ricaricabili grazie a vari metodi, denominate Postepay in due versioni:

  • Standard: mediante il circuito di sistemi di pagamento Visa Electron, gratuita.
  • Evolution: emessa sul circuito Mastercard con un costo annuo di 10€.

Le due carte sono di differenti colori (una gialla e la evolution nera), ma si può anche personalizzarle ovvero utilizzare la versione virtuale, la cosiddetta e-postepay. La seconda soluzione è un’evoluzione perché possiede un numero univoco IBAN come un classico conto corrente: grazie a questo potremo anche utilizzare e disporre bonifici sia da desktop, sia sfruttando la App scaricabile ed installabile sul device mobile.

Le Poste hanno emesso queste carte ricaricabili e sfruttabili anche per acquisti sui portali di e-commerce e per i pagamenti online proprio pensando agli studenti, ai lavoratori: grazie alla possibilità di ricaricare il denaro sufficiente per gli acquisti, si evitano tutte quelle criticità connesse alle carte di credito, culturalmente soggette a qualche remora nell’uso quotidiano.

Purtroppo i truffatori si stanno sempre più evolvendo ed i cybercriminali hanno preso di mira anche le Postepay: utilizzando alcune pratiche oramai conosciute, cercano di raggirare gli utenti e di ottenere le chiavi d’accesso e d’utilizzo delle ricaricabili in modo fraudolento.

Le due truffe più diffuse hanno un nome, ovviamente inglese:

  • Phishing.
  • Smishing.

Il Phishing è quell’attività mediante l’hacker cerca, attraverso l’invio di email false di ottenere i dati della carta prepagata ricaricabile di un soggetto terzo. Alla casella email potrebbe arrivare una email con messaggi molto allarmanti del tipo “Il tuo conto sulla Postepay è stato bloccato. Clicca qui per sbloccarlo inserendo i tuoi dati”. Non dovete aprire il link per nessun motivo, in quanto Poste Italiane mai e poi mai invierebbe una simile mail, né inserite mai i vostri dati personali o gli estremi bancari.

Lo Smishing prevede lo stesso tentativo fraudolento di acquisizione dei dati personali altrui, ma attraverso un canale diverso e molto più tradizionale, l’SMS (Short Message Service). Riceveremo un SMS contenente un testo allarmante riguardo le problematiche più disparate e l’indicazione di cliccare sul link allegato: in tal modo nel nostro smartphone, necessario alla truffa, si aprirà la pagina costruita ad arte dal truffatore per richiedere l’inserimento dei nostri dati e così arraffarli.

Ricordatevi sempre di non aprire nessuna mail o sms simili perché Poste Italiane comunica con i propri clienti solo ed esclusivamente mediante raccomandate ovvero lettere cartacee.

Postepay Standard e Postepay Evolution sono due sistemi di pagamento veramente affidabili e sicuri, molto spesso legati anche a sicurezze ulteriori, come il programma Mastercard secure 3D o il similare sistema Visa mediante generazione di una OTP (One Time Password) che giungerà al numero certificato indicato.

Nessuna paura dunque, anche se il sistema tecnologico Contactless è altrettanto pericoloso, visto che comunica i nostri dati in modo passivo a distanza vicina, ma questo è un altro problema, ben più complesso di quelli di cui abbiamo parlato. Molto più hardware insomma.