Home Economia Personale Truffe agli Automobilisti, Attenzione alla Bottiglia di Plastica e alla Busta Verde

Truffe agli Automobilisti, Attenzione alla Bottiglia di Plastica e alla Busta Verde

Truffe agli Automobilisti, Attenzione alla Bottiglia di Plastica e alla Busta Verde

Non si tratta di nuove truffe ma di operazioni “criminali” che ogni tanto ritornano a far vittime. E’ sempre meglio essere informati quindi, su quanto possa capitare e come reagire per non avere alcun tipo di problema.

 

La Bottiglia di Plastica

La cosiddetta truffa della bottiglia di plastica, in cosa consiste? I malfattori posizioneranno una bottiglia di plastica tra la ruota ed il paraurti, sul lato del passeggero.

Chi guida, una volta messo il veicolo in moto, noterà uno strano rumore. Inconsapevole di quanto potrebbe accadere, il soggetto andrà a controllare cosa ha causato quel rumore.

L’obiettivo dei criminali è quello di far andare il soggetto a controllare la ruota del veicolo, con la speranza che nella fretta lasci l’auto in moto o con le chiavi attaccate al quadro. Così, qualcuno si intrufolerà nell’auto e scapperà via. Si tratta di furto del veicolo.

Come evitare che questo spiacevole episodio possa accadere? Nel caso in cui sentisse dei rumori sospetti e decidesse di scendere dal veicolo per andare a controllare, spegnete sempre l’auto e portate con voi le chiavi. Mai lasciare le chiavi attaccate al quadro del veicolo quando si scende.

 

La Multa nella Busta Verde

Negli ultimi giorni la Polizia Postale ha comunicato diverse informazioni riguardanti questa truffa.

Alcune persone stanno ricevendo presso la propria abitazione delle buste verdi, tipico colore che riguarda le multe. Al suo interno vi è infatti un verbale per un’infrazione che è stata commessa mentre si era in auto.

All’interno della busta vi è un IBAN a cui si dovrebbe fare un bonifico. Secondo quanto riportato nel testo, chi non effettuerà il pagamento sarà soggetto al pignoramento dei propri beni.

Cosa fare in questo caso? Se la multa richiede il pagamento tramite bonifico, sicuramente si tratta di una truffa. Questo è un metodo di pagamento diverso da quello utilizzato per le multe relative alle reali infrazioni stradali. Non pagate quindi e, se siete incerti, recatevi presso il più vicino comando di Polizia Locale o Polizia Stradale per accertarvi della veridicità della multa ricevuta.