Home Economia Personale Turismo e Coronavirus. 1.800 Euro in Arrivo per gli Operatori. A Chi...

Turismo e Coronavirus. 1.800 Euro in Arrivo per gli Operatori. A Chi Spetterà e Quando

Turismo e Coronavirus. 1.800 Euro in Arrivo per gli Operatori. A Chi Spetterà e Quando

Il Governo con il Decreto Rilancio e con il Cura Italia, ha sostenuto moltissime categorie di persone, lavoratori e famiglie, anche con qualche difficoltà, scegliendo d’intervenire a pioggia e probabilmente anche senza una visione strategica (giustificata dalla straordinarietà e dall’impellenza dell’esigenze di fronte a una pandemia inattesa n.d.r.).

Si Lavora a un Bonus da 1.800€

Tra quelli che, però, sembrano rimasti fuori, ci sono tutti quelli che lavorano in un settore che probabilmente subirà il maggior danno economico dalla situazione attuale, ossia il turismo. Alcuni lavoratori stagionali, infatti, non hanno potuto accedere al famoso bonus da 600€ per varie ragioni, spesso di tipo contrattuale (risultavano non inquadrati come lavoratori stagionali, ma come a tempo determinato) e purtroppo sono rimasti fuori dall’erogazione del Bonus da parte dell’ente derogato a questo compito, l’INPS.

La Ministra del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo, ha deciso di porre una soluzione a quanto accaduto e di elargire il dovuto anche a questa categoria di persone, sommando le indennità previste per il mese di marzo, aprile e maggio: indi per cui 1.800€.

L’Impegno della Ministra

La Ministra, infatti, starebbe lavorando a un Decreto, come comunicato attraverso la sua pagina Facebook e si è impegnata, in prima persona, affinché gli aiuti statali arrivino anche a chi è rimasto escluso a causa di inefficienze dal punto di vista del meccanismo:

“sto lavorando a un decreto rivolto ai lavoratori del settore turismo che, pur lavorando come stagionali, sono stati assunti con contratti a tempo determinato e per questo non hanno avuto accesso agli strumenti di sostegno al reddito stanziati dal Governo. Non appena questo provvedimento passerà al vaglio della Ragioneria generale dello Stato e della Corte dei Conti”

A Chi Spetta

Non sappiamo ancora, né sono definite le modalità di accesso a questo beneficio da parte della platea dei beneficiari, ma sappiamo che questo bonus di 1.800€ saranno erogati a favore di tutti “quei lavoratori dipendenti a tempo determinato che operano nel settore del turismo e degli stabilimenti termali e che hanno lavorato sia nel 2018, sia nel 2019 almeno per 30 giornate”.

Indi per cui, come declamato dallo stesso Ministro, l’indennità da 1.800€ (sommando le tre indennità da 600€ cadauna nei mesi di marzo, aprile e maggio n.d.r.) sarà erogato a chi è in possesso dei seguenti requisiti:

  • Lavoro dipendente con contratto a tempo determinato nel settore del turismo e degli stabilimenti termali.
  • Obbligo di aver lavorato con contratto regolare nelle annualità precedenti il 2020, ossia sia nel 2019, sia nel 2018 almeno trenta giornate ogni singolo anno.