Home Tecnologia WhatsApp, come Usare lo Stesso Account su più Dispositivi (smartphone, tablet, iPhone)

WhatsApp, come Usare lo Stesso Account su più Dispositivi (smartphone, tablet, iPhone)

WhatsApp, come Usare lo Stesso Account su più Dispositivi (smartphone, tablet, iPhone)

Tra le applicazioni di messaggistica istantanea più utilizzate dalle persone di tutto il mondo, sicuramente, il primato lo detiene WhatsApp che finalmente ha ceduto alle insistenti richieste dei propri utenti e ha deciso di implementare una nuova funzione, ovvero la possibilità di poter utilizzare il proprio account su più Device.

 

È partito il test per poter usare il proprio account WhatsApp su più Smartphone

Gli utenti di utenti di WhatsApp saranno sicuramente contenti di sapere che gli sviluppatori, dopo tante richieste, si sono decisi a implementare l’App e sono già al lavoro con l’avvio della fase di test che consentirà di poter usare il proprio account su più Smartphone.

Ovviamente non si può negare che non sia una svolta epocale, in quanto gli utenti erano anni che chiedevano all’azienda di intervenire in questo senso, in quanto per molti poter utilizzare il proprio account WhatsApp su un solo dispositivo era considerato un vero e proprio limite.

Infatti, come tutti ben sappiamo per poter usufruire dei servizi offerti da WhatsApp occorre creare un profilo (account) associato al proprio numero di telefono, ovvero alla SIM Card e di conseguenza non è possibile utilizzare nessun altro Device, almeno fino adesso era così visto che è stato ufficialmente annunciato il cambiamento.

Infatti è molto probabile che venga eliminato io vincolo di un solo numero di telefono, quindi con la nuova funzionalità non dovrebbe più accadere la sospensione automatica della sessione aperta su uno Smartphone quando si attiva l’account WhatsApp su un altro dispositivo, in quanto per farlo funzionare basterà fare un backup.

È anche quasi sicuro che verrà potenziata anche la sicurezza, magari aggiungendo il Protect Backup per salvaguardare la privacy degli utenti, in modo tale da inserire una password che vada a proteggere backup effettuato con la crittografia end-to-end, così da scongiurare che qualche hacker possa violare il sistema e di conseguenza rubare i dati.

Attualmente però di ufficiale c’è solo l’annuncio dell’arrivo della nuova funzionalità, che però non si sa ancora quando verrà rilasciata ma sicuramente l’attesa sarà parecchio lunga, tanto è vero che né su iOs né su Android è ancora disponibile la funzione Beta, questo vuol dire che gli utenti dovranno aspettare dei mesi se non un anno.