Zero Tasse per i Pensionati che vogliono trasferirsi in Basilicata insieme a Terme Gratis ed altri Benefici

Zero Tasse per i Pensionati che vogliono trasferirsi in Basilicata insieme a Terme Gratis ed altri Benefici

Continuano le iniziative di alcune regioni del nostro meridione che cercano di ripopolare zone rimaste arretrate e di dare nuovo slancio all’economia del sud e all’intero indotto limitrofo.

Questa volta la proposta si rivolge a tutti quei pensionati che magari fanno fatica ad arrivare a fine mese, ovvero sono emigrati all’estero, ma vorrebbero tornare in Italia, in un luogo ameno ed incantevole come possono essere i borghi antichi del sud. Caratteristici paesi nei quali poter trascorrere in totale relax lontano dal caos cittadino e dai pericoli delle grandi metropoli, sempre più invase da negatività difficilmente affrontabili se non si è più di primo pelo.

L’idea, lanciata dal sindaco di Latronico, Fausto De Maria, potrebbe fare al caso vostro ed è una delle tante iniziative che stanno pian piano prendendo piede sempre più al sud. Latronico è un bellissimo comune con 4.467 abitanti in provincia di Potenza: le case abbarbicate sulla collina fanno da sfondo alle meravigliose acque corroboranti presenti alle famose Terme Lucane. Un luogo dopo è possibile ristorare mente e corpo, trovando giovamento sia dalla natura, sia dalla bellezza estetica dei paesaggi.

Oltre a tutti questi aspetti legati al benessere psico-fisico, la cosiddetta wellness della persona, il sindaco offre incentivi ben più pragmatici.

Ai pensionati che trasferiscono la loro residenza saranno concessi inderogabilmente questi diritti:

  • Esenzione dal pagamento delle tasse per i primi 10 anni.
  • Terme Gratis per i primi 10 anni.
  • Servizio aggiuntivo di taxi sociale per i bisognosi di visite mediche o di cure. Un veicolo Fiat Doblò attrezzato vi raggiungerà fino casa e vi accompagnerà all’ambulatorio entro l’ora definita previa accordo con la struttura comunale competente.

L’unica cosa che il Sindaco richiede, per usufruire di questi benefit, è il trasferimento effettivo e non fittizio della residenza: dovrete vivere a Latronico almeno per un periodo previsto durante l’anno e non solo risultare al Comune. Il Sindaco giustamente vuole incentivare il ripopolamento del territorio e non solo una speculazione.

Occorre sbrigarsi se volete accettare questa soluzione perché molti sono stati i consensi e la proposta sta riscuotendo enorme successo. Da una parte i plausi all’azione del Comune, dall’altra le critiche, come accade sempre: qualcuno avrebbe ritenuto più opportuno puntare sui giovani, magari con incentivi per contrastare la disoccupazione.

Per ora il Sindaco cerca di rimpinguare l’economia del territorio e le casse del Comune attirando a sé le rendite dei pensionati e sgravandole dalle tasse dirette: un domani potrebbe pensare anche ad una soluzione totalmente dedicata ai giovani e alle attività imprenditoriali possibili in questo magnifico luogo.