Home Tecnologia Zoom: Cos’è, Come Funziona, Piani e Costi della Piattaforma per Videoconferenze, Smart...

Zoom: Cos’è, Come Funziona, Piani e Costi della Piattaforma per Videoconferenze, Smart Working e Didattica a Distanza

Zoom

In quest’emergenza, causa pandemia da Coronavirus, siamo tutti costretti a restare a casa e la rete non solo è l’unica via per comunicare gli uni con gli altri, ma permette numerose attività anche da remoto, quali il lavoro agile, lo smart working, la didattica a distanza, le chat e le videoconferenze, altresì conference call per continuare un lavoro nonostante tutto.

Zoom

Tra le migliori piattaforme che gli italiani stanno scoprendo o ri-scoprendo proprio in ragione della necessità contigente, c’è sicuramente quella di Zoom, un sistema che sta facendo sempre più parlare di sé e proiettando verso l’alto le azioni dell’azienda che ne detiene i diritti. Un sistema che, tra i piani a pagamento, ne presenta anche uno gratuito tutto da provare!

Zoom è una App dedicata per la videoconferenza con una piattaforma che consente a diverse persone, magari colleghi di lavoro, di lavorare anche da distanza e di organizzare delle riunioni, dei workshop e finanche delle attività di brainstorming seduti comodamente davanti al PC, al laptop, ovvero utilizzando un device mobile.

Grazie a questa capacità di annullare le distanze e consentire lo scambio di idee, di opinioni, di contenuti in tempo reale, Zoom si pone come una vera e propria manna per le startup e le piccole e medie imprese, ma anche quelle più grandi. Questo perché è un periodo in cui non possono consentire ai loro dipendenti il lavoro a stretto contatto, ma devono comunque guardare avanti pianificando il futuro e dando continuità a progetti in essere e, perché no, altri nati grazie a Zoom stesso.

Cos’è

Zoom è una piattaforma che come altre ha deciso di svilupparsi su cloud e con la quale è possibile realizzare videoconferenze di altissima qualità, incontrando e parlando, interagendo con persone non presenti fisicamente, ma collegate alla piattaforma stessa. E’ possibile utilizzare gli strumenti messi a disposizione da zoom, collegandosi tramite video, oppure per mezzo della voce e finanche con entrambi i flussi fino addirittura a registrare sessioni e conferenze/riunioni per poi analizzarle e visualizzarle in seguito.

Proprio questa sua flessibilità e la qualità delle videoconferenze, sia dal punto di vista video, sia da quello audio, fanno di Zoom uno strumento altamente professionale con tantissimi utilizzi disponibili in ragione dei numerosi strumenti sviluppati e in fase di sviluppo da parte degli ingegneri aziendali.

Gli Strumenti

Tra gli strumenti che distinguono Zoom e che ne identificano il successo rispetto alle altre piattaforme, oltre alla qualità stessa del cloud e del servizio di videoconferenza, l’utente ha a disposizione:

  • Zoom Room. Ambiente virtuale ottimizzato per videoconferenze con audio e video ad altissima qualità. Dà la possibilità all’utente di registrare e addirittura trascrivere in testo tutta la videochat per tenerne traccia. Funzione molto utile, se non fondamentale, se pensiamo ad applicazioni possibili anche nel caso di assemblee degli azionisti di un’azienda, quando poi il verbale va scritto e firmato (magari anche digitalmente) dai singoli soci.
  • Zoom Phone. Si tratta di una funzione specifica per le chiamate vocali utilizzando il traffico dati, ovvero la rete con o senza fili (LAN o Wi-Fi).
  • Screen Share Zoom. Questa funzionalità è utilissima sia per le riunioni di lavoro, sia per la didattica a distanza perché consente di condividere, in tempo reale e con qualità alta, lo schermo che si sta utilizzando per renderlo visibile a tutti i partecipanti alla videoconferenza.
  • Webinar Zoom. La piattaforma concede la possibilità di organizzare un cosiddetto webinar formativo, ossia un seminario interattivo trasmesso su internet. Grazie all’integrabilità con famosi social quali Facebook o YouTube, utilizzando Zoom potremo iniziare una nostra conferenza veicolandola sui social. Il cloud di Zoom dà la possibilità di condividere il nostro spazio con al massimo altri 100 utenti e consentire la visualizzazione fino a 10.000 sessioni senza interazioni: tutto sempre con l’opzione di concedere questa possibilità di interazione, appannaggio dell’organizzatore del webinar.

Caratteristiche Distintive

Zoom è una piattaforma di videoconferenze che si distingue dalle altre non solo per la qualità video e audio altissima, ma proprio per la sua filosofia tecnica differente. La videoconferenza tradizionale, esempio quella di Skype la più utilizzata, si fonda sulla capacità di collegamento tra un dispositivo multipunto a diversi altri punti che fungono da controllo utilizzando il protocollo di comunicazione IP (Internet Protocol) standard.

Questa dinamica consente di collegare fino a 24 persone o soggetti differenti, ma non rappresenta una funzionalità sufficiente per le esigenze di un’azienda, sia dal punto di vista quantitativo, sia da quella qualitativo, nonostante abbia un costo gratuito o molto basso.

Un’azienda ha spesso bisogno di organizzare congressi, meeting e riunioni utilizzando sia strumentazione hardware, sia software, di eccellenza e di altissimo livello, non solo per una questione di funzionalità, molto importante, ma anche da un punto di vista della reputazione e di brand image.

Zoom utilizza, come anticipato, al posto del protocollo IP, quello “Cloud based”: questo permette di avere pieno controllo su diverse dinamiche e sul flusso dei dati, nonché l’utilizzo del famoso standard video H323 SIP. Oltre a questo, Zoom garantisce piena privacy e sicurezza delle comunicazioni audio, video, testuali grazie a una Client-Side di criptazione che utilizza il sistema AES 128 (acronimo di Advanced Encryption Standard a 128-bit).

Piani e Costi

Come anticipato, Zoom è una piattaforma che possiede diversi piani a pagamento e finanche uno gratuito, disponibile per chi non ha necessità di funzioni particolari, ma vuole utilizzare un sistema di videoconferenza professionale.

Ecco i differenti piani, i vincoli, le limitazioni e i costi:

  • Zoom Gratuito. Versione totalmente free, è possibile creare riunioni senza alcun limite, ma nel caso di riunioni di gruppo c’è un countdown temporale: al massimo possono durare 40 minuti. Impossibile registrare le riunioni e le conversazioni.
  • Zoom Pro. Costo 13,99€ al mese e Meeting Host. Permette la creazione di ID riunioni personali in modo da pianificare quelle ripetitive (pensiamo alle riunioni di un’azienda con cadenza settimanale) e permette la registrazione sul cloud o sul dispositivo utilizzato. Registrazioni limitate però temporalmente: le riunioni di gruppo possono essere registrate al massimo fino a 24 ore.
  • Zoom Business. Costo 18,99€ e Meeting Host (Minimo 10). Consente di marchiare le riunioni che si tengono in videoconferenza con URL vanity (indirizzo diretto, facile da memorizzare per essere richiamato) e con il brand aziendale, il marchio. Supporto dedicato ai clienti che sottoscrivono questo piano e servizio di trascrizione delle riunioni registrate.
  • Zoom Enterprise. Costo 18,99€ e per Meeting Host (minimo 100). Piano creato e strutturato per le grandi aziende (oltre 1.000 dipendenti). Proprio per questo i servizi offerti e le funzionalità sono molto ampie: archiviazione cloud illimitata per tutte le registrazioni, gestore del successo della clientela e sconti nonché promozioni su webinar e Zoom Room.
  • Opzionale – Zoom Rooms. E’ possibile impostare Zoom Rooms utilizzando questa funzionalità per una prova gratuita da 30 giorni. Dopo questo periodo di prova, si pagherà un costo aggiuntivo di 46€mensili e abbonamento alla camera.
  • Opzionale – Webinar. Per questa funzionalità, il costo previsto è 37€ mensili e host.

Come Fare

Se siete interessati anche solo a provare questa piattaforma fantastica, basterà collegarvi alla pagina web del servizio e scaricare l’applicativo disponibile per tutte le piattaforme compatibili, ovvero:

  • Desktop (Windows e macOS).
  • App Mobile (Android e iOS).

Tutte le versioni sono disponibili accedendo alla pagina dedicata di Zoom (clicca qui). utilizzando l’estensione o l’applicazione, se non l’integrazione di nostro piacimento tra quelle disponibili.

Tutte le App permettono di partecipare a una riunione virtuale senza effettuare l’accesso da alcun’altra piattaforma oppure registrandosi con un account Zoom, ovvero utilizzando le credenziali di Google o di Facebook. Da queste piattaforme, vista l’integrazione al 100%, sarà possibile avviare una videoconferenza e utilizzare diverse funzionalità, prescindendo da quelle disponibili e presenti nel piano sottoscritto, tra le quali ricordiamo:

  • Avviare o partecipare a riunione.
  • Condividere schermo inserendo ID riunione in una sala Zoom.
  • Avviare Zoom Riunioni.
  • Disattivazione o Attivazione Microfono e Audio.
  • Avvio/Interruzione del Video.
  • Invito per altri account alla riunione o al meeting.
  • Modificare il proprio username visualizzato.
  • Chat durante riunione.
  • Inizio registrazione cloud.
  • Lavagna Virtuale e Annotazioni durante la Videoconferenza.
  • Sfondo Virtuale per Desktop e Mobile personalizzato.
  • Inizio registrazione in locale (solo per utenti desktop).
  • Creazione sondaggio (solo per utenti desktop).
  • Trasmissione diretta Facebook (solo per utenti desktop).